giovedì 3 gennaio 2013

The Bourne Supremacy (2004)


Regia: Paul Greengrass
Anno: 2004
Titolo originale: The Bourne Supremacy
Voto: 7/10
Pagina di IMDB (7.7)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon (cofanetto) 

Non sempre i sequel vengono bene, ma altre volte sì. Ed è questo il caso. Lo metto però sullo stesso piano di The Bourne Identity  ed anche questa volta non posso fare confronti o paragoni con i romanzi di Ludlum da cui trae ispirazione. La linearità della storia però continua quella già vista nel capitolo precedente con forse qualche arrangiamento di troppo riguardante i personaggi secondari: l'unico vero eroe è Jason Bourne, protagonista indiscusso e questa volta ancora più solitario. Gli ingredienti vincenti che avevamo già avuto modo di apprezzare restano alla base del prodotto e quindi molta azione, combattimenti corpo a corpo, inseguimenti e tattiche di spionaggio. Adesso però sappiamo chi è e cosa fa, ed un po' lo sa pure lui, quindi la curiosità che viene un po' meno è comunque alimentata dalla trama e dagli sviluppi del complotto che prende forma. Le location sono varie ed interessanti, soprattutto Berlino ed il fatto che molta dell'azione si svolge in luoghi comuni, ma differenti dal solito. L'Europa è un fattore determinante per la saga e l'interesse di certo non sciama. Poco meno di due ore, ma tutte ben girate. Se sembra ci siano alcuni buchi temporali questi sono spiegati nella carrellata di scene tagliate presenti nei contenuti speciali. Di sicuro però la visione risulta fluida ed incalzante così come la psicologia di un personaggio molto amato nel cinema. Altro fattore positico è l'utilizzo della tecnologia che non è esagerata, ma almeno è contemporanea. Non sempre il cinema sa stare al passo coi tempi, senza tornare indietro di qualche anno o catapultarci in qualcosa di inverosimile. Il killer professionista ha un cuore, ma lo aveva anche prima di perdere la memoria? O era soltanto un soldato che riceveva ordini? Immancabile a questo punto un proseguimento con altre avventure. La qualità BD è migliore rispetto a quella del precedente ed anche dal punto di vista audio non fa una piega. I contenuti speciali sono suddivisi secondo me sempre in modo migliorabile ed oltre al commento del regista interattivo ed all'U-Control abbiamo:

- Scene esplosive eliminate (12)
- Identità corrispondenti: il casting (5)
- Fedeli alla realtà (5)
- Facciamo saltare tutto (4)
-  In giro con Jasn Bourne (5)
- Bourne il selvaggio: l'addestramento alla lotta (4)
- Cineprese a bordo: sfrecciando per le strade di Mosca (6)
- Più azione con la comunicazione globale (7)
- Anatomia di una scena: l'esplosiva scena di inseguimento sul ponte (5)
- Suoniamogliele insieme a John Powell (5)
- Il cervello di Bourne (2° parte) (4)
- La diagnosi di Bourne (2° parte ) (6)

Nessun commento: