lunedì 16 settembre 2013

Le Idi Di Marzo (2011)


Regia: George Clooney
Anno: 2011
Titolo originale: The Ides Of March
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (7.2)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Non un film politico, ma un film sulla politica. Con i suoi retroscena e con i suoi dietro le quinte. Clooney mette nel piatto ottimi attori quali Philip Seymour Hoffman, Marisa Tomei e Paul Giamatti che con un una pellicola incentrata sui dialoghi si trovano decisamente a loro agio, assieme al quasi nuovo (almeno per questo tipo di parti) Ryan Glosling. C’è spazio anche per un tranquillo e pacato se stesso nelle vesti del governatore che dovrà vincere la gara per il potere ed il successo. Ogni personaggio si muove con grazia all’interno di una trama lineare e classica. Stephen Meyers, il personaggi principale, l’addetto stampa della campagna, rappresenta la faccia pulita che si sporca le mani suo malgrado. La politica è selvaggia e meschina anche quando si crede in lei e lo si fa con buoni propositi. C’è chi lo fa per il diritto di stampa, chi per fare un ottimo lavoro, chi perché crede nelle promesse elettorali. Le ambizioni però, portano ad una corruzione non tanto vista in termini venali o raccapriccianti, quanto della moralità e dell’etica. Siamo abituati a vedere la corruzione vicino a mazzette, minacce o abusi, mentre qui molto più leggermente si ha uno stravolgimento delle proprie intenzioni. I protagonisti svolgono un lavoro quasi invisibile, non sporco o vergognoso, ma spesso risultato di una serie di compromessi che inizialmente sembrano voler evitare. La pellicola è abbastanza raffinata, non prevede colpi di scena o cambi di direzione repentini, si lascia seguire ed ascoltare con garbo.

Nessun commento: