mercoledì 26 marzo 2014

Taxi Driver (1976)


Regia: Martin Scorsese
Anno: 1976
Titolo originale: Taxi Driver
Voto: 8/10
Pagina di IMDB (8.4)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Taxi Driver è uno di quei classici presenti nei vari Dizionari del Cinema, quei lavori immortali che sono studiati come fossero opere d'arte. Non è quindi obiettivo di VER stare ad analizzarlo, soprattutto per manifesta incapacità. E' però una gioia guardarlo, riesce a toccare corde nascoste ed a farti tremare. Il realismo esistenzialista, la colonna sonora firmata Bernard Hermann, la sceneggiatura di Paul Schrader, i dialoghi espressivi di Robert De Niro... Tutto questo, ed altro ancora, rende immortale la figura del tassista di New York, solitario, sconclusionato, eroico. A continuare l'elenco delle carte vincenti del film, rischio di scordarne alcune, ma voglio provarci: Jodie Foster giovanissima e già così matura, il contrasto interiore del personaggio principale, la terribile e violenta sparatoria finale, la ricerca della normalità, la depressione e l'alienazione. Boia si fa fatica a continuare da quanti dati siamo sommersi. Eppure buona parte del film, è lenta e statica, senza alcuna connotazione negativa, ed in rare occasioni abbiamo un dinamismo accelerato che non stona affatto. Poi, la locandina, il look moicano di Den Niro e la celebre frase di rito ormai divenuta un cult cinematografico "Ma dici a me? Ma dici a me? … Ma dici a me? Ehi con chi stai parlando? Dici a me? Non ci sono che io qui". Non posso aggiungere altro, senza sporcare ulteriormente quello che forse resta il miglior lavoro di Scorsese. D'altra parte qui ogni cosa è perfetta, così come l'ambientazione ed il periodo temporale. Siamo a  metà anni settanta, lo sapevano allora e ce ne accorgiamo oggi. Anche la fotografia utilizzata non ci fa scappare dalla realtà che vuole raccontare, e lo fa nella maniera migliore possibile. Purtroppo o per fortuna, la decade del '70 ci ha regalato veri e propri miracoli, ed è difficile stabilire anche il mio livello di gradimento globale. Imperdibile, anzi visto che tutti lo avete già visto, rifatelo.

Nessun commento: