domenica 26 aprile 2015

NUDE - Tre artiste un'unica traccia



 
ospita 
 
NUDE - tre artiste un’unica traccia
di 
 
Antonella Albani
Francesca Caracciolo
Elisabetta Pizzichetti 
 
vernissage
sabato 9 e domenica 10 maggio 2015
ore 11.00 - 13.00 e 15.30 - 19.30
al settimo piano di via Santa Croce in Gerusalemme,
91 – Roma

Essere nude significa esporre la propria intimità. Non pelle ma essenza, a tratti pura e spontanea, a tratti sfacciata e infantile. Donne che si nascondono mentre si lasciano guardare. Chiuse in se stesse, a volte si rifugiano verso un muro pronto a sostenerle, a coprirle, altre volte è lo stipite di una porta ad aiutarle a nascondersi. Così protette, la loro schiena diventa una fortezza e le loro gambe diventano colonne che non servono a sostenere.” Antonella Albani

Donne: modello classico per eccellenza che volevo riscoprire. Individuo unico e forte, radicato alla terra, ma pieno di ambigue contraddizioni. Donne isolate, inquiete, erotiche, dai tratti non delineati. A volte escono da un sogno, altre da fotografie, come in questo dialogo tra artiste: posando l'una per l'altra così da mettere a fuoco tre interpretazioni di un’unica visione.” Francesca Caracciolo

Nude nasce per caso da un set fotografico occasionale. Non è stato un lavoro progettato con un’intenzione predefinita. Piuttosto , a un certo punto ci siamo messe a giocare come le bambine quando dicono “facciamo che ero io?” Elisabetta Pizzichetti

Tre artiste - ognuna con la propria poetica, il proprio stile, la propria tecnica - si mettono “in gioco” sul tema del nudo femminile. Tre mondi diversi per un’unica traccia: il corpo della donna. Immagini di interni più mentali che fisici, visioni a tratti astratte, talvolta venate di erotismo e sensualità, come nella poetica della pittrice Francesca Caracciolo, altre volte sfuggenti, metafisiche e sospese in un malinconico nonsense, come per la fotografa Antonella Albani, altre ancora decostruite, immerse nella psichedelia, come per l’artista Elisabetta Pizzichetti che fonde tecniche miste.
Antonella Albani, Francesca Caracciolo ed Elisabeta Pizzichetti hanno dato origine al progetto NUDE mettendosi a nudo in un gioco di scambi dove ogni artista, come in un teatro di specchi, è divenuta musa ispiratrice e modella dell’altra, “soggetto” delle altre e di conseguenza di se stessa.

Antonella Albani nasce a Roma nel 1972. Dopo gli studi di fotografia si laurea in Storia dell’arte moderna con una tesi sull’eredità di Raffaello in pittura, raffinando le sue competenze di tipo umanistico e la passione per le arti figurative. Espone in varie collettive fotografiche e nel 2013 viene selezionata dal gallerista Carlo Gallerati per il “ Secondo Progetto Portfolio” con il progetto La soglia. “Nelle mie opere fotografiche racconto l’attesa di qualcosa che non necessariamente deve accadere. Quello dei miei personaggi, piuttosto che un agire, è una sospensione. Una poetica, questa, venata di atmosfere metafisiche.”

Francesca Caracciolo nasce il 20 marzo 1974 a Napoli. Trascorre l'infanzia nel laboratorio dello scultore ceramista Giovanni Sinno . Si diploma presso l'Istituto statale d'arte e si laurea in Storia dell'arte. Si dedica a diverse forme di espressione creativa come la danza, il teatro e la pittura. Nel 2007 si trasferisce a Roma, dove frequenta alcuni corsi presso l'Accademia d'arte e prosegue la pratica diretta nell'atelier di Danilo Bucchi. “Utilizzo la pittura per visualizzare l’invisibile, cristallizzare emozioni la cui sfuggevolezza rimane invischiata nel gesto del pennello. Sensazioni che emergono dai meandri della memoria e il cui senso non trova risposta nella mera figurazione, ma nell’evanescenza di siluette dai contorni sfumati che si rincorrono o si stagliano su scenari atemporali, sospesi in un’atmosfera rarefatta, a tratti malinconica.

Elisabetta Pizzichetti si forma a Firenze, dove studia arte e filosofia. Inizia a dipingere nei primi anni ’80. Contemporaneamente, insegna arte a Firenze e ad Ascoli Piceno ad adulti e a bambini, collabora con studi grafici, mostre e musei. Nel 2001 si trasferisce a Roma dove si dedica esclusivamente alla pittura per poi abbandonare il pennello a favore dell'obiettivo fotografico giocando con sovrapposizioni e mix di materiali diversi. “Ho studiato arte e filosofia tentando di rendere la seconda il più possibile simile alla prima. Dipingo e disegno dall’infanzia, quando mi sedevo vicino a mia madre che lo faceva, in momenti perfetti di linguaggio condiviso. Ho inciampato in molti altri mestieri, ma quello dell’artista è l’unico per cui vale la pena. Mi piace l’ironia e il saltare di lato. Non mi piace stare ferma.

Openhouse Roma:

L'attico ristrutturato da Francesca Bertuglia, ospita periodicamente alcune mostre organizzate da Party al fine di promuovere un diverso modo di ricevere l'esperienza dell'Arte, in spazi domestici o professionali. L'appartamento ospita NUDE, una mostra di pittura, fotografia e collage a tecnica mista che riunisce le opere di tre artiste intorno al tema del corpo della donna. Antonella Albani, Francesca Caracciolo ed Elisabetta Pizzichetti si sono messe a nudo, dando vita a un gioco di suggestioni in cui le visioni dell'una vivono e si specchiano nelle visioni dell'altra.
Promosso da: Party – l'arte da ricevere. A cura di: F. Bertuglia, M.S. Bazzoli
Periodo: contemporaneo
Area: Area 4
Tipo: Evento
E' permesso fotografare: Si
Modalità di accesso: libero per ordine di arrivo

Orari
Sabato dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:30 Domenica dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:30

Nessun commento: