domenica 1 novembre 2015

Primo giorno di prova per Netflix

Da mezzanotte di oggi ho iniziato a provare Netflix. In Italia è arrivato il 22 ottobre scorso, ma armato di tanta pazienza ho voluto aspettare proprio il primo novembre per poter avere l'intero mese di novembre come periodo di prova. Ovviamente i 30 giorni gratuiti  possono essere sfruttati dai nuovi utenti in qualsiasi momento: il mio è solo un modo per potere meglio sotto controllo ciò che visualizzerò nel preciso mese di novembre. Per chi ancora si sta chiedendo cosa sia Netflix la risposta è abbastanza semplice: un servizio internet multi piattaforma, che con un abbonamento ti permette di accedere in streaming a tutto il suo catalogo di contenuti, in maniera illimitata. Per farvi un paragone, Netflix è il diretto concorrente di servizi come Sky Online o Infinity o se vogliamo anche di Chili TV. Non starò a fare un paragone stretto tra queste piattaforme, ma parlerò essenzialmente di Netflix: ha solo contenuti registrati (niente programmi live, niente sport, niente musica) e l'abbonamento comprende tutto il catalogo, visibile esclusivamente in streaming (quindi dovete sempre avere un accesso ad internet) senza salvare niente in locale. Non si tratta di download quindi e non c'è neanche un numero limitato di volte (non è un noleggio) in cui si può vedere un film, una serie tv o un documentario.

Come funziona:

E' semplice. In neanche due minuti ci si registra e si può iniziare ad usufruirne. Serve una carta di credito o un account Paypal e si paga di mese in mese (i primi 30 giorni sono gratuiti come già detto) senza che si debba essere legati al servizio. Quindi nessuna trafila per disdirlo se si capisce che non fa per noi: basta un click e ciao. Magari si ritorna tra qualche tempo quando ci saranno più contenuti di nostro gradimento. Già, ma come si usa? Basta essere collegati ad internet ed avere un pc con cui visualizzare i contenuti via browser (usa Silverlight, ma è utilizzabile sia sotto Windows, sotto IOS e sotto Linux se utilizzate Chrome). Ovviamente non solo: il suo punto di forza è che sono state create e rese disponibili applicazioni per moltissimi device, siano essi smartphone Android o Apple, Play Station, Xbox, lettori bluray, tablet, Apple Tv,  Smart TV o Chromecast . Insomma il pubblico che potrà accedere al servizio oggi è molto variegato e non serve avere impianti fantascientifici o chissà cosa: funziona quasi ovunque ed ogni dispositivo permette la solita esperienza (a parte per i contenuti 4k). La piattaforma è simile o addirittura identica per ogni device intendiate usare. La veste grafica è ben curata, immediata ed organizza i contenuti per categorie e generi. C'è pure un motore di ricerca per facilitare le cose, ma peccato che non esiste un ordine alfabetico ed uno cronologico in base all'anno di uscita dei film. Sarebbe stato sensazionale. Potendo creare più profili per ogni account ed anche delle liste, tenere sotto controllo ciò che ci piace è veramente cosa che potrebbe fare pure la nonnina mentre fa la maglia. Una cosa ottima è la possibilità di mettere in pausa e riprendere da qualsiasi altro dispositivo. Provato più volte: stop dal bluray, riprendo dallo smartphone e così via.

Quanto costa e cosa offre:

Ci sono tre piani. Il primo costa 7.99 euro, solo con risoluzione Standard e massimo un dispositivo per volta. Il secondo costa 9.99 euro, offre contenuti in HD e si possono usare due dispositivi in contemporanea. Il terzo costa 11.99 euro, offre contenuti in 4k (quando disponibili e visualizzabili solo su Smart TV)e si possono usare fino a quattro dispositivi in contemporanea. Ok, la ganzata sta qui. Il secondo ed il terzo piano possono essere condivisi quindi con amici e parenti. 110 e lode. Personalmente ho fatto il secondo, in quanto non dispongo di tv 4k e mi bastano due dispositivi per adesso, da dividere con il buon vecchio Funflus.Ciò che è possibile vedere oggi sinceramente è un po' pochino. E' vero che il prezzo non è alto (specie se si fa diviso due), ma attualmente il catalogo offre poco più di 500 film, meno di 200 serie tv e circa 150 documentari. Non è pochissimo, crescono di giorno in giorno, ma ciò che salta più all'occhio è la mancanza di veri e propri titoloni che ti fanno desiderare l'abbonamento. Parlo soprattutto del menù dei film, tra cui è difficilissimo trovare le ultime uscite. Ad ogni modo la qualità di streaming è ottima: certo dipende dalla banda di cui si dispone, ma la risoluzione è adattativa e sceglie per te il miglior risultato. Mai avuto problemi di buffering. Ok a casa ho la 20 mega (tengo però client di p2p attivi) ed il telefono ha un piano LTE, ma ho provato pure con una sette mega solitamente vergognosa con Sky ed i risultati sono sempre stati buoni. Anzi, più che buoni. I contenuti poi hanno tutti traccia originale selezionabile così come i sottotitoli. Italiano per ora sempre torvato in 5.1.  Bella mossa anche questa. Così come il fatto di poter usare il servizio anche se ci si sposta all'estero in una nazione dove esiste Netflix: in questo caso però avremo a disposizione i titoli di quel catalogo locale. In America Netflix va forte soprattutto per le serie tv, molte di successo sono produzioni ed esclusive sue. Ad oggi in Italia alcune di queste, come House Of Cards, sono però appartenenti alla concorrenza. Non manca però la curiosità di provarne di nuove: ho visto la prima puntata sia di Narcos che di Modern Family. Narcos merita davvero la prova per almeno tutto il mese, aspettando che altre ne vengano aggiunte. Ce ne sono ovviamente altre come Daredevil, Sense 8, Orange Is The New Black... Valgono da sle il resto del biglietto? Non è detto. Vedremo con il passare intanto dei primi trenta giorni, poi anche in base a quante novità verranno inserite dal lato cinema.

Nel complesso è accattivante l'idea di poter disporre di un servizio simile, che per adesso è vincente nella qualità, nei costi e nelle idea, ma manca di killer contents che possano far pendere il suo favore l'ago della bilancia.

Nessun commento: