sabato 5 dicembre 2015

Lazio 0 - Juventus 2

Testa alta, ma piedi per terra. Quinta vittoria consecutiva in Campionato, e non poteva essere altrimenti. Non lo scrivo per fare il falso modesto o lo scaramantico: i punti persi ad inizio stagione sono tanti, compromettenti e difficilmente colmabili. La Juventus che conosciamo non poteva fare altrimenti: vincerle tutte da dopo Napoli era imperativo quanto impossibile. E' logico che qualcosa devi lasciare per strada, ma lo è altrettanto fare tutto il possibile per raccogliere punti e risultati di gioco. Gran parte dello strappo è stato ricucito. Non parlo, sarebbe ridicolo farlo a dicembre, di primi posti o piazzamenti assicurati, ma la rimonta verso le posizioni che più ci competono, c'è stata. Impensabile sperare che tutto continui ad andare bene (come con il Torino o con il Milan), ma abbiamo visto anche riprendere il gioco in mano, reinserirsi i nuovi acquisti, riformare il centrocampo, ristabilire la difesa (quarta partita consecutiva senza subire reti) e soprattutto vedere fiducia nelle giocate. Sembra essere messo da parte quel timore e quell'arrendevolezza che inevitabilmente ti colpiscono quando tutto gira storto. Adesso il passo falso ci farebbe nuovamente perdere terreno, ma sarebbe più giustificato rispetto alla situazione iniziale. Senza contare poi che il cammino europeo è andato avanti senza quasi nessun intoppo, in un girone che poi semplice proprio non era. Ora siamo quindi giunti a dicembre e, con i piedi per terra, possiamo dormire sonni più tranquilli, ma sempre tenendo un occhio aperto. Il girone di andata non è finito: Fiorentina in casa, Carpi fuori, Verona in casa e Sampdoria fuori. In situazioni normali avremmo pensato subito a sei punti sicuri ed altri sei da giocarteli. In questa situazione, sappiamo che tutte le partite possono essere un'incognita con il timore che dodici punti debbano essere il minimo sindacale per poter puntare a quelle che stanno in cima. Un'altra cosa positiva è che lassù anche le altre qualche passo falso lo hanno fatto e non sono paragonabili alla Juventus degli ultimi tre anni: la Juventus non deve quindi fare il campionato contro un'altra Juventus.

Nessun commento: