sabato 10 settembre 2016

Lo Hobbit - Un Viaggio Inaspettato (2012)




Regia: Peter Jackson
Anno: 2012
Titolo originale: The Hobbit: An Unexpected Journey
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (7.9)
Pagina di I Check Movies

Dopo aver rischiato la morte per sbadiglio con il libro de Il Signore Degli Anelli, decisi che per il genere fantasy avrei fatto il possibile per dedicarmi solo ai film. Così mi sono guardato le mille ore della trilogia e, inconsciamente, per far prima ho deciso che per Lo Hobbit sarei passato direttamente ai bluray, senza passare dal romanzo. Fonti anonime però mi hanno detto che il romanzo di Tolkien non è poi così lungo: o almeno, non è lungo quanto i film che ne sono stati tratti. Il regista è sempre Peter Jackson, che ha creato un incredibile polpettone da spavento. Nonostante questo però c'è da dire, che pur partendo prevenuto e non conoscendo affatto la storia (se non a grandi linee grazie al Signore Degli Anelli o vari rumors), non mi è dispiaciuto. Ovviamente l'ambientazione, la fotografia, i paesaggi ed i costumi sono bellissimi e ti prendono: visivamente un lavoro eccezionale, sebbene in determinati casi, la computer grafica mi risulta stucchevole e troppo artefatta. Il mondo fiabesco però, mastodontico nella sceneggiatura come nelle scenografie, necessita di essere ben pompato, e qui come immagino anche nel resto della trilogia, non si sono certo trattenuti. A livello di trama ho trovato abbastanza piacevole la figura di Bilbo, un solitario ed abitudinario, che affronta la grande sfida della vita, partendo per pericolose e sconosciute lande ed iniziando così un percorso di formazione tipico dell'eroe che non nasce tale. Anche il gruppo dei nani ha un certo fascino e ci rivedo pure la condizione ebraica di secoli (o millenni) fa. Altra cosa che mi piace è l'antecedenza rispetto a Frodo e Compagnia Bella: adoro quasi sempre i prequel visto che ti aprono la strada per ciò che è già successo., vedi i personaggi giovani (o quasi), fai collegamenti con fatti accaduti e così via. Tirando le somme è un film piacevole, con alcune parti visivamente esaltanti, che però ha anche il sapore di eterna introduzione. La versione bluray del cofanetto (che recensirò a parte alla fine) è quella cinematografica: l'estesa non sarei riuscito a sopportarla, non era ancora uscita quando lo comprai e comunque sarebbe costata di più. L'audio italiano è un Dolby Digital 5.1 mentre un 7.1 DTS Master HD è nella lingua originale. Gli extra sono contenuti nel secondo disco, ma abbiamo:

  • New Zeland: home of Middle-Earth (6 minuti)

Nessun commento: