giovedì 21 novembre 2013

Nodo Alla Gola (1948)


Regia: Alfred Hitchcock
Anno: 1948
Titolo originale: Rope
Voto: 7/10
Pagina di IMDB (8.0)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon (The Masterpiece Collection)

Nodo Alla Gola, rinominato anche Cocktail Per Un Cadavere, è per adesso la mia pellicola preferita tra quelle girate da Alfred Hitchcock. Forse, dopo un po' di titubanza , sto iniziando a capire il genio e l'artista che è in lui ed apprezzo molto questa commedia nera con tutti gli ingredienti di un thriller psicologico e non solo. Per quanto riguarda la trama, abbiamo un omicidio compiuto da due ragazzi per puro senso estetico. La gratuità del fatto purtroppo è stata in parte annullata nella versione con il doppiaggio italiano, la quale lascia intendere che ci sia stato un scontro verbale tra vittima e carnefici, finito poi in tragedia. Tutto questo però non coincide con i guanti indossati dai due assassini nel momento dello strangolamento (premeditazione) e con gli splendidi dialoghi che susseguono. Fortunatamente la versione bluray permette di capire il vero senso della storia, grazia anche alla lingua originale sottotitolata. Brandon (John Dali) e Philip (Farley Granger) inoltre si prodigano affinchè la festa che hanno organizzato non desti sospetti sulla scomparsa del loro amico (ucciso) e tra paure, atti di orgoglio, malizie e giochi di potere, vengono sopraffatti dall'intelligenza investigativa del loro ex professor Rupert (James Stewart). Abbiamo quindi una serie di giochi dialettici che si insinuano nella psiche di questi tre personaggi principali: Brandon dall'ego smisurato e vanitoso che si autocompiace del misfatto cercando di prendersi gioco dei commensali, Philip stressato ed impaurito che cerca di limitare i danni peggiorando la situazione per colpa del suo nervosismo, e Rupert, nella veste del curioso e poco accomodante professore che cerca una spiegazione ad ogni fatto. Le figure dei due ragazzi anche un che di vagamente gay, ed infatti era proprio questo l'intento della sceneggiatura, ma dopo alcuni ritocchi per evitare critiche e censure, alcuni fatti o dialoghi più espliciti sono stati eliminati. Un piccola pecca inoltre la devo dare al regista, che forse per mancanza di coraggio, nelle prime scene inserisce l'omicidio di David, che avrebbe invece potuto essere anche solo immaginato o raccontato, lasciando suspense fino alla fine. Dal punto di vista tecnico, questo è il primo film a colori del regista inglese ed è composto da alcuni piani sequenza, che danno l'idea che questo sia uno soltanto. Ovviamente per l'epoca era impossibile girarne uno così lungo per via della durata della pellicola, così Hitchcock camuffa gli stacchi con alcuni espedienti come avvicinare la telecamera alla schiena di un attore, per poi riprendere una nuova scena che sembra del tutto collegata con la vecchia. Tutto il racconto si svolge all'interno di un appartamento, con i personaggi (e la telecamera) che si spostano da una parte all'altra, Sullo sfondo un modellino dello skyline di New York, con bellissimi effetti di luce che indicano il passare del tempo. La versione bluray contiene i seguenti extra:

- Rope sciolto (32 minuti)
- Galleria fotografica
- Trailer

Nessun commento: