giovedì 5 dicembre 2013

Playstation 4: prime impressioni

Tutto sommato ho fatto abbastanza presto a decidermi, nonostante fingessi di studiarci un po' su. Lo scontro diciamo che non vedeva un prodotto vincere nettamente sull'altro, sono andato quindi a senso, puntando su quella che credo (e spero) compreranno gli amici o i contatti che conosco. In teoria sarei stato di più per la Xbox One, che a suo favore ha il controller, kinect 2 ed un parco titoli al momento più vasto. Però sai come è, bisogna anche guardare al futuro e mi sento di puntare, per la prima volta nella mia vita su Sony, Nonostante le disperate urla di chi non riesce a trovarla, dopo alcuni tentativi sono atterrato su Mediaworld online che aveva disponibilità immediata (mentre scrivo non più) per il bundle"player edition" , esattamente ciò che volevo. Costa 499 euro invece che 399, ma dentro abbiamo il gioco Killzone: Shadow Fall, un secondo controller e la camera. Ammesso anche che questa non venga usata in quanto moda passeggera, con un gioco ed un altro gamepad per gli amici superiamo questa cifra. Ma veniamo a noi:

Confezione, contenuto e design:

Molti si sono fatti le seghe sulla scatola di imballaggio: per me resta un contenitore normale dove però dentro troviamo la console PS4 (non si mai eh), alcuni libretti di istruzioni in varie lingue, due dualshock 4 (gli oggetti relativi al bundle sono in un secondo vano posto nella parte inferiore), un cavo di alimentazione, la PS camera, un cavo HDMI, un cavo USB - microUSB e una cuffia da orecchio mono. Esteticamente è molto elegante, non ingombrante e leggera. Ha anche l'alimentatore interno, quindi occupa poco spazio ed una volta inserita la presa siamo pronti. E' compatta ed i pannelli di plastica nera (uno lucido, gli altri opachi) nascondo abbastanza bene sia le porte USB frontali, che i tasti di accensione ed eject. Anche il vano per inserire i dischi risulta mimetizzato. Sul retro abbiamo un'uscita HDMI, un'uscita per inserire la PS camera, la porta ethernet e quella ottica. Non molto quindi, ma l'essenziale.
Se siete interessati alla parte hardware andate da qualsiasi altra parte e leggetevi le specifiche, l'unica cosa che mi preme di inserire qui è la presenza di 8GB di RAM GDDR5 giusto per fare i fichi e l'hard disk da 500 GB. Sono molti, anzi sembrano, ma facendo alcune prove per registrare i contenuti direi che è un bene il fatto di poterlo sostituire senza invalidare la garanzia.

Accensione, prime mosse, interfaccia:

Una volta collegata ed accesa chiede le di fare il classico setup con lingua, fuso orario etc. La connessione ad internet può avvenire sia via cavo che via wifi. Se collegati alla stessa rete, è possibile usare la PlaystationApp (per Android, ma anche per iPhone) in modo da usare come secondo schermo quello del smartphone quando vogliamo inserire del testo o fare altre operazioni. Non è il massimo dell'interattività, ma volevo provarlo. Come prima cosa però Sony ti fa scaricare un aggiornamento software di circa 350 MB per sfruttare il network PSN. L'interfaccia utente è simile alla vecchia, anche se più curata, più brillante  e se vogliamo ancora più user friendly. Non cambia però molto e l'utilizzo è pressochè simile. Muovendosi orizzontalmente nella home page basta accedere alle varie icone presenti ed effettuare ad esempio la registrazione del nostro profilo. Playstation non è solo uno strumento per i giochi, ma punta anche sulla fruibilità di altri contenuti magari trasmessi Live o guardati in streaming. Niente che non si possa già fare, ma la presenza così forte nell'interfaccia sottolinea quanto Sony punti anche sull'aspetto home video dell'intrattenimento. Music Unlimited e Video Unlimited possono poi far sì che accediate a video e musica sottoscrivendo dei contratti. Questa è roba a pagamento ragazzi, da 4,99 a 9.99 euro al mese. Anche per avere tutte le funzionalità relative al network (divenuto Plus) dobbiamo pgare, soprattutto se ci interessa giocare online con amici o nemici. L'abbonamento annuale che ho fatto viene 49,99 e si fa in due minuti (anche se trovo scomodo il dover ricaricare il mio credito Sony di volta in volta). Oltre al gioco online abbiamo spazio cloud (1Gb?) per archiviare l nostre partite salvate, sconti nello store, scaricare patch ed aggiornamenti mentre la console è in standby.

Controller e camera:

Sebbene a mio avviso quello di MS resti il joypad di riferimento il dualshock 4 è forse la trovata migliore di questa PS4. O almeno quella di maggiore impatto visivo e pratico, visto che è lo strumento d'eccellenza per interagire. Piccola parentesi: è possibile usare anche alcuni comandi vocali, ma mi pare di essere idiota e restano limitati. Con le levette si fa molto prima, garantito. Torniamo al controller: ergonomicamente è più piccolo, ma più pesante. Diciamo che ora ha il peso giusto, non sopportavo l'altro che era troppo leggero: qui hai un rapporto migliore, ed anche l'impugnatura e la disposizione dei tasti è migliorata. Soprattutto per quanto riguarda i grilletti. Qui hanno hanno fatto davvero un bel lavoro, le altre migliorie riguardano la ruvidità delle levette che non scivolano più ed i pulsanti a destra che forse sono un po' più pronunciati, ma può essere solo un'impressione. I pulsanti "share" ed "options" sono invece decisamente scomodi da usare, posizionati di lato al touchpad capacitivo: questo non so come e quanto verrà integrato nella maggior parte dei giochi, ma non sembra male avere una sorta di mouse per effettuare alcune operazioni (in Fifa 14 ad esempio cambi la visuale di gioco). Altra novità è data dallo speaker mono integrato che emette alcuni suoni di corredo. E' possibile allacciare la cuffia n dotazione al jack presente. Abbiamo anche una seconda porta che probabilmente sarà usata per alcuni accessori futuri. La parte frontale ha poi una striscia led luminosa, che cambia colore in base a determinate situazioni. Ad esempio in Killzone è di colore verde in base all'energia. In Fifa 14 ha il colore del player che usi. La luce al buio è davvero splendida e ti inserisce alla perfezione all'interno del gioco. Inoltre abbinato alla Playstation camera vieni riconosciuto e puoi interagire. Nella console è presente Playroom che ti permette di prendere dimestichezza con questi due oggetti. La camera va posizionata sotto al televisore in maniera centrale e seguendo la guida interattiva è difficile sbagliare, anche se non credo sia ottima per ogni tipo di ambiente: troppe restrizioni. La qualità video non è eccelsa (dice però sia a 720p), ma buona e non sfigura neanche al buio, sebbene l'ambiente illuminato sia molto più adatto. I test per la scansione del volto e della stanza li ho dovuti ripetere due volte però per fare in modo che i robottini non pattinassero nell'aria ma fossero stabili sul pavimento. Quindi seguite il più possibile le istruzioni. Come già accennato, i comandi vocali non li ho provati molto: funzionano, ma niente di che. Voto al controller: 9. Voto alla camera: 6

Social, share e chat:

Sony ti permette di connetterti sia a Facebook che a Twitter. Perchè? Perchè così grazie al tasto "share" puoi bullarti e spammare con i tuoi amici mostrando acrobazie, gol e quanto altro. Sono stato titubante ed ho atteso un po' a provarlo, ma una volta fatto risulta tutto estremamente facile ed intuitivo. Possiamo catturare screenshot e creare video, fino a 15 minuti. Questi purtroppo possono essere caricati solo su FB e non su altri social (magari Youtube sarebbe stato troppo?). L'editor permette di tagliare parti del filmato, dare un nome, inserire un commento, ma niente di più. Forse neanche serve mettere troppe funzioni e va bene così. La dimensione dei filmati è abbastanza importante, quindi occhio a cosa volete caricare: per Fifa 14 siamo sul mega ogni secondo registrato. Quindi oltre ad occupare spazio prezioso sul hard disk della console, occupiamo un sacco di banda durante la fase di upload. Altra ganzata è la possibilità di trasmettere la sessione di gioco su Ustream. Non so quanti questa estate guarderanno voi giocare invece che i Mondiali in Brasile, ma qualche pazzo furioso c'è sempre in giro. Se avete amici online potete anche chattare con loro pur giocando a titoli differenti: il network è unico.

Giochi:

Nella bundle c'era ovviamente Killzone: Shadow Fall. Capisco che dal primo gioco per la next gen non ci si debba aspettare chissà cosa, e capisco che non sono molto abituato a giocare, ma qui siamo su un altro pianeta. Forse ci resto un po' sotto, ma per un paio d'ore ho creduto di essere veramente il personaggio Lucas. Non so se merito mio o del controller nuovo, ma so anche muovermi abbastanza agilmente. Ho scaricato poi Resogun (gratuito per i clienti Plus) in cui ho potuto apprezzare anche gli effetti audio provenienti quasi dalle mie mani e la demo di Fifa 14 che è molto giocabile. Mi ha chiesto anche l'accesso tramite Origin (che feci già per pc acquistando Fifa 13) ed oltre all'amichevole Barcellona Real Madrid si sono aperte alcune altre opzioni di gioco. Non so se dipende dall'account di Origin, o se la demo è proprio così ben accessoriata. Per ora neanche serve andare in negozio a comprare il bluray. Di negativo c'è che a differenza di quando ho scaricato l'aggiornamento software (350 mega in pochissimi minuti) il download per i giochi è stato davvero molto lento.

Conclusioni:

Non l ho ancora spulciata a fondo, soprattutto per quanto riguarda la gestione video, audio e dei contenuti, ma per il comparto strettamente ludico, una volta integrate nei giochi le nuove funzionalità per la camera, per il touchpad e lo speaker audio direi che siamo messi davvero bene.


Nessun commento: