domenica 15 marzo 2015

Alcatel OneTouch Pop C2

Certe volte può servire come smartphone di riserva, per ogni evenienza uno di quelli di fascia bassa, da battaglia insomma. Mi sarebbe interessato provare il Motorola Moto E , ma essendo sempre vicino ai 100 euro e cercando un prodotto dal costo ancora minore, la scelta è andata su Alcatel OneTouch Pop C2. E' un entry level che si presenta con dimensioni ridotte, di quelli che si usano facilmente con una mano sola, come ai vecchi tempi. Il dislpay da 4" è TFT ed al tatto si sente enormemente la differenza con quelli più blasonati. Anche la risposta ai comandi non è immediata, mentre la qualità (480x800 pixel e 233 ppi) risulta accettabile. Al suo interno risiede un processore dual core da 1.3 GHz, 512 MB di RAM ed una memoria interna di appena 4 GB, espandibile di ulteriori 32 con microSD. Nel complesso quindi non male, per un oggetto che deve avere il solo compito di fare da riserva. La batteria da 1300 mAh è decisamente poco prestante anche se disattivando GPS e mantenendo una gestione di risparmio energetico si copre tutta la giornata. Vorrei vedere se non fosse altrimenti... Di veramente vergognoso c'è invece la fotocamera posteriore da 3 megapixel, che è una cosa al pari dei vecchi Nokia pre rivoluzione industriale. Ha alcune features tra cui HDR e panoramica, ma mi ci viene quasi da piangere. Se non fosse per il prezzo ci sarebbe da sbatterlo nel muro, ed invece, il lato software non è da buttare. Parte, e probabilmente resterà così con un Jelly Bean 4.2.2, brandizzato Wind ed alcune app che oserei definire all'ultimo grido. La tastiera in dotazione tra l'altro è la swiftkey, ha Pic Say, , Deezer, un file manager, Skype, Shazam e tanto altro. Per davvero. Quindi consci del fatto che sotto i 60 euro quasi sicuramente avete tra le mani un troiaio, se siete ultra pensionati o semplicemente volte uno smartphone da battaglia, questo Alcatel non è poi così male. Forse qualche prodotto cinese c'è a meno, ma troppo complicato averlo immediatamente.

Nessun commento: