sabato 10 ottobre 2020

A spasso per... Poggio Diavolino e Il Falcone

 

Niente Apuane oggi: avevo in programma un'escursione sulla Pania della Croce, che avevo già affrontato in un paio di occasioni, mi ispirava. Purtroppo è stata annullata per meteo avverso, ma in mio soccorso è arrivata Ilaria, GAE con cui ho già fatto diverse camminate e che segue un interessante progetto promosso dal comune di Suvereto, che ha lo scopo di far conoscere alcune aziende del suo territorio. Questa iniziativa, che si svolgerà anche in altre giornate a seguire, dal carattere completamente gratuito è capitata davvero a pennello. Non solo perchè mi ha permesso di trovare a pochi passi da casa, senza nessun impegno da parte mia, un'escursione da poter effettuare in giornata, ma anche la possibilità di visitare due eccellenze del nostro territorio. Partiti dal sentiero 14 arriviamo dopo pochi chilometri a Poggio Diavolino, che volevo visitare ormai già da diversi anni. Infatti il proprietario, Fabiano, è stato un mio ex compagno di classe delle superiori e si è dedicato, con ottimi risultati, a questa sua avventura che si differenzia dal comune andando a sperimentare, coltivando prodotti antichi ed allevando anche polli ornamentali. La visita guidata all'interno della sua azienda si è rivelata davvero diversa dal solito ed ho avuto la possibilità di conoscere ed assaggiare vari tipi di uva a me sconosciuti. La nostra passeggiata è proseguita poi fino all'agriturismo Il Falcone, il più antico casale della zona, rimesso a nuovo dagli attuali proprietari che con circa cento ettari si sono dedicati alla produzione di vini che sono tra le eccellenze suveretane. Qui ha inizio la nostra degustazione che comprende l'olio extra vergine di oliva su bruschette accompagnato da affettati e Falcobianco, Falcorosso, Vallin dei Ghiri e Boccalupo. Consiglio a tutti, sia che siate di zona, sia che siate forestieri, di approfittare di queste iniziative che sono davvero ben studiate e messe in pratica.

Nessun commento:

Posta un commento