mercoledì 14 dicembre 2011

Amazon perde i colpi

Peccato che stia capitando proprio sotto Natale e peccato stia succedendo ad uno degli store online ai quali mi ero maggiormente affidato nell'ultimo periodo. Ebbene, Amazon non è più lo stesso, un po' come Sergione che è cambiato [cit.]. Già alcuni giorni fa il famoso "ordina con un click, a casa in due tre giorni" ha toppato. Ok, il sabato e la domenica nel mezzo, ma ci ha messo un giorno in più. Non ho pianto. Neanche una lacrima versata. Poi c'è stato il fatidico aumento dei prezzi su due oggetti che seguito con particolare interesse. Da un giorno all'altro quello che avrebbe dovuto essere il mio regalo di Natale è diventato meno crisi friendly: quasi + 30% mica catzy! L'altro solo del 20%. In sintonia con gli aumenti di tasse di Monti insomma. Porinoi, che fine faremo? Ma non finisce qui: a settembre pre ordinai il cofanetto nerdizzato di Transformers! Ebbene dopo un primo avviso riguardante il ritardo della sua uscita ufficiale (spostata ad oggi) ricevo un altra Bella email: per colpa del fornitore non sono in grado di spedirlo oggi. Quando allora? Boh! Spero prima di andare in pensione, nel duemilamai.

Nessun commento: