venerdì 28 marzo 2014

Cube - Il Cubo (1997)


Regia: Vincenzo Natali
Anno: 1997
Titolo originale: Cube
Voto: 6/10
Pagina di IMDB (7.4)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

E' geniale. Ok, può fare rabbia, ma è geniale. Visto una volta, di sicuro la seconda perde gran parte del suo fascino, ma nel 1997 quando Natali lo tirò fuori era qualcosa di nuovo e di originale. Don't look for a reason, look for a way out. Già, perchè non c'è una ragione, non c'è un motivo, i sei personaggi rinchiusi nel cubo devono solo trovare il modo per uscire di lì. Anche noi che lo guardiamo possiamo scervellarci quanto vogliamo, e magari essere attratti dalla prospettiva che ci sia un perchè, ma questo manca del tutto. E' totalmente una metafora della vita, senza troppi giri di parole. La trama inizia quasi come una barzelletta: ci sono un poliziotto, una dottoressa, un ritardato mentale, una studentessa di matematica, un mago dell'evasione ed un tranquillo impiegato... Sei personaggi all'interno di un cubo che ha, rullo di tamburi, sei facce. E tra mille pericoli ed un rompicapo devono uscire. Escludendo gli errori nella traduzione italiana (132 metri quadrati) si tratta di un maxi cubo formato da 26 alla terza stanze cubiche di cinque metri per lato. Geometria a parte, alcune di queste stanze includono trappole mortali, ed alcuni si muovono e si spostano. Perchè? Non importa il perchè, ma è così. Di logica ce n'è poca, anzi nessuna, ad esclusione di quella dell'involucro che custodisce i personaggi. Il tutto si svolge esclusivamente in questi piccoli ambienti colorati, ma la tensione è molta. Un misto tra thriller ed horror in chiave quasi fantascientifica. Un lavoro molto ben fatto e riuscito, che sarà costato sicuramente due lire vista la semplicità con cui è stato prodotto. La claustrofobia è data non solo dallo spazio in cui si svolgono le azioni, ma anche dalla mancanza di certezze e strumenti per i protagonisti che si ritrovano intrappolati in un incubo non da poco.

Nessun commento: