domenica 2 ottobre 2022

Juventus 3 - Bologna 0

 

Serviva una vittoria di questo tipo, larga, con la nostra porta inviolata e soprattutto con un atteggiamento offensivo.. Non è stata ovviamente la partita perfetta e quella con gli occhi della tigre per dimostrare di esserci, ma un semplice passo avanti rispetto al baratro visto recentemente. La Juventus, riesce ancora ad annoiare nonostante la superiorità indiscussa nei confronti dell'avversario, che sta messo ancora peggio. Per dirla alla Cassano, sono degli scappati di casa, e lo si nota subito. Noi facciamo un po' di fatica a creare nitide palle da rete, ma l'atteggiamento è più positivo rispetto a prima. Se così non fosse stato, avremmo chiesto una perizia psichiatrica per diversi elementi. Il secondo tempo è migliore dal punto di vista qualitativo del gioco e dalla voglia di emergere come squadra, anche sfruttando gli errori del Bologna. Così arrivano la seconda e la terza rete, un palo e d altre occasioni abbastanza cristalline. Troppo presto però per essere felici: c'è da lavorare e portare a casa tantissimi altri risultati.

Tuscia #3: Bomarzo e dintorni

 

Ultima giornata nella Tuscia viterbese ed anche oggi ci siam mossi in lungo ed in largo in posti davvero caratteristici ed emozionanti. La prima tappa è stato il Sacro Bosco, conosciuto anche come Parco dei Mostri di Bomarzo. Questa è una meta molto gettonata, anche dalle gite scolastiche, infatti ci ero già stato decenni fa e ne ho riapprofittato adesso con maggiore consapevolezza. Il giardino a disposizione dei numerosi turisti è sempre ben tenuto ed organizzato, un posto unico nel suo genere, veramente suggestivo. Una volta terminata la visita, ci dirigiamo verso il quasi disabitato centro storico della vecchia Bomarzo e ci inerpichiamo per le sue stradine viuzze, prima di fermarci per l'ultimo pasto in questa generosa terra legata sempre e comunque agli etruschi sebbene situata nel Lazio. Non ancora paghi però, a pochi minuti di macchina dal piccolo borgo, sappiamo esserci un altro parco visitabile: quello delle Cascate di Chia, legato cinematograficamente a Pasolini, ma non solo. Così con un piccolo trekking all'interno del rigoglioso bosco ci rechiamo prima verso la torre e poi nella zona delle cascate e dei mulini. La giornata è terminata con l'ennesima chicca che che anche i posti vicino casa possono regalarci. 

Album fotografico Sacro Bosco e Bomarzo

Album fotografico Parco delle Cascate di Chia

Tuscia #2: tanti dintorni di Viterbo

 
Oggi io e GaiaRda ci siamo dati davvero da fare. Abbiamo riempito totalmente la nostra giornata nella Tuscia, uscendo da Viterbo dopo il giro mattutino e tornandoci per quello serale. Cominciamo così con la visita all'elegante Villa Lante ed al suo giardino all'italiana, sita in Bagnaia. Proseguiamo poi per Sant'Angelo , il suggestivo e caratteristico paese delle fiabe, in cui la street art composta da decine e decine di richiami ad opere fiabesche è perfettamente dietro ogni angolo. Dopo pranzo dedichiamo il nostro tempo a Celleno, il borgo fantasma, ormai abbandonato e senza nessun abitante dal terremoto che lo colpi nei primi anni trenta. Infine un po' di meritato riposo alle terme libere di Bullicame, con tanto di oudcibaa 58° che ci rigenera muscoli e pelle. Nota da sottolineare cena stratosferica a Viterbo all' Hosteria dal Sor Bruno: un'esperienza sensazionale.

Album fotografico Villa Lante
Album fotografico Celleno, il borgo fantasma 
Album fotografico Varie 

venerdì 30 settembre 2022

Tuscia #1: arrivo a Viterbo

 
Ultimo giorno di settembre come uno spin off anticipato per ottobre. Infatti oggi è venuta meno la regola di dormire a casa, ma ho collegato il venerdì al weekend. La nostra destinazione è la Tuscia, quella cugina della Maremma un po' più burina, e ci troviamo a Viterbo che sarà la nostra base per questi tre giorni. Il meteo era decisamente negativo, ma anche stavolta ho schivato ogni nube ed il tempo è stato più che clemente. Visita veloce al centro storico ed alle sue attrazioni principali e poi di nuovo a giro per la sera, la cena, la notte 

Album fotografico Tuscia #1: arrivo a Viterbo 

Piombino e Costa Etrusca #3

 
Eccoci arrivati alla fine del mese che ho soprannominato SettebRelax proprio per sottolineare il fatto che me ne sono sempre stato qui o nei dintorni, senza mai dormire (a pagamento) fuori città. Pur facendo le mie giratine fuori porta o le mie escursioni non sono mancati i momenti da dedicare alla Costa Etrusca. Dopo l'album fotografico, alcune indicazioni sui luoghi.


Aperitivo e cena (Zitto e Mangia) a Castiglione della Pescaia
Aperitivo e cena (il Cappellaccio)  a Castagneto Carducci
Mostra artistica al Torrione, Piombino
Cena al Porticciolo, Piombino 
Cena da Egidio, Piombino 

giovedì 29 settembre 2022

No Time To Die (2021)

 
Regia: Cary Fukunaga
Anno: 2021
Titolo originale: No Time To Die
Voto e recensione: 5/10
Pagina di IMDB (7.3)
Pagina di I Check Movies
Iscriviti a Prime Video 
Segui gli aggiornamenti sul canale Vomito Ergo Rum di Telegram
 
Sono rimasto abbastanza interdetto e mi scuso per gli spoiler. Volevo continuare a guardare la saga degli 007 in ordine di uscita, ma Prime Video  li ha messi a pagamento tranne questo, che è l'ultimo. Così, avendo già visto tutti gli altri con Craig protagonista, ho strinto un po' la bocca e ho optato per la "novità". Ed ecco, tutto abbastanza ganzo all'inizio. Potrei anche sorvolare sulla finta polemica (probabilmente marchetta pubblicitaria ad hoc) sul "nuovo" 007 donna, ma giusto due parole: semplicemente James Bond è andato in "pensione" e sparito dai radar, così il suo numero è stato preso da un altro agente. Tutto qui, senza chissà quale problemone sul cambio di protagonista. Il guaio, anzi i guai, sono ben altri. Al di là del piacere che si prova a guardare una pellicola di questo genere, con tanta azione e le sempre più ridondanti scene in cui l'agente segreto dovrà salvare il mondo ecco che arrivano le vere "novità". Intanto il nostro ex misogino sciupa femmine ha completato al propria trasformazione in tipetto politicamente corretto. Senza star a guardare che è un uomo anzianotto con un debole per le ragazze più giovani (in questo caso 27 anni di differenza), ma questo ci può stare ed è sempre stato così, adesso è bello preso ed innamorato. Non ha scappatelle da una notte e via, cerca un legame affettivo e duraturo. Insomma anche James Bond cerca di sistemarsi. Siamo alla frutta quindi. Peggio: ha pure una figliola, che comunque vincerà il Nobel per la bimba più buona del mondo. Sicuramente anche tutti gli altri James Bond hanno avuto figli sparsi qua e là, ma mai divenuti protagonisti indifesi (e placidi) di un film. Ciliegina sulla torta, stavolta muore. E sembra per davvero, Mah.