domenica 17 febbraio 2013

The Artist (2011)


Regia: Michel Hazanavicius
Anno: 2011
Titolo originale: The Artist
Voto: 5/10
Pagina di IMDB (8.1)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Prima di tutto vorrei fare una premessa, e successivamente una domanda. Partiamo con la premessa che riguarda il mio stile di vita: non sono solito guardare pellicole in 8 mm, videoproiettate in un salone con il camino acceso, la pelle d'orso sdraiata per terra ed un bicchiere di Chivas Regal in mano che sorseggio mentre discuto di filosofia con amici nobili ed aristocratici. Sono un po' più terra terra diciamo. Che nel 2011 si riuscisse a creare un film muto, in bianco e nero con un rapporto di 1,33:1 e che ricalcasse i dettami cinematografici di quasi un secolo fa poteva essere un'interessante sfida tecnica. Niente di più però dal mio punto di vista. Perchè terminata l'originalità iniziale, superate alcune semplici analogie e metafore, messi da parte pochi interessanti strumenti per rendere più accattivante ed artistica la pellicola, restiamo solo con un prodotto che sa molto di esperimento. Ecco quindi la domanda: quanti di voi in tutta sincerità vorrebbero rivedere un film simile a distanza di poco tempo? Fortunatamente è qualcosa di conclusivo. Hazanavicius è arrivato per primo (forse) portandosi a casa (Francia) cinque premi Oscar e tre Golden Globe più vari altri premi. Essendo io più terra terra non so quanti gliene avrei dati, sicuramente quello per la colonna sonora no. Ma io sono semplicemente io, le commissioni non mi accettano mai. La trama poi è povera, tralasciando che possiamo anche sorbirci oltre un'ora e mezzo di muto e va più bene, non sono contrario anzi adoro alcuni lavori del passato. Specie se sono un qualcosa di genuino e decisamente orinale. Non credo affatto che The Artist lanci un modello da cui prendere esempio. Comunque la trama dicevo, è lineare, semplice, non aggiunge alcunchè a qualcosa che non abbia già visto: c'è il divo del cinema muto che viene messo da parte con l'arrivo del sonoro. Diviene così un mezzo derelitto che vuole suicidarsi, ma viene salvato dalla sua amichetta divenuta adesso la vera star del parlato. Insieme faranno una sorta di musical con il tip tap. The End...

Nessun commento: