martedì 21 febbraio 2012

Alien (1979)


Regia: Ridley Scott
Anno: 1979
Titolo originale: Alien
Voto: 8/10
Pagina di IMDB
Pagina di I Check Movies

Sebbene la versione recensita sia la Director's cut del 2003, a livello di opinioni non ci sono sostanziali differenze con l'originale del 1979. Certo scene mai viste come la scoperta del "nido" fanno una certa impressione, ma non modificano l'assetto del film. Che è un capolavoro, senza doverci girare in torno. Innovativo per l'epoca e piacevole anche più di trenta anni dopo, Alien riesce a creare tensione e suspense in ogni momento. Certo, non è paragonabile ad un horror di oggi, ma gli ambienti creati, scuri ed ombrosi (godibilissimi con la versione rimasterizzata ) fanno da contorno ad uno stile quasi gotico, impensabile per la fantascienza dell'epoca. Basti pensare al contrasto che l'ambiente di Alien potrebbe avere con quello asettico di 2001: Odissea Nello Spazio o quello plasticoso e assai meno realistico della saga di Star Wars. Qui invece il realismo è alle stelle, non solo per gli interni, ma anche per come si gestiscono gli attori, le loro paure, la loro rabbia (altra scena inedita: la docile Lambert che si scontra con Ripley) , il loro essere uomini comuni. E non solo uomini. Già perchè un altro aspetto da non sottovalutare del film è la creazione di un'eroina. Ripley è una donna ed era abbastanza raro vedere il gentil sesso vestire i panni del protagonista principale. L'alieno ed il suo modus operandi per fertilizzare un corpo umano è qualcosa di molto vicino ad uno stupro stilizzato ed il "mostro" è agghiacciante anche grazie all'incognita che rappresenta, La regia ce lo mostra in diverse occasioni, senza mai che lo spettatore possa riuscire a capire quale sia la sua forma stabile ed in cosa consiste effettivamente. Questo genera curiosità e tensione per l'ignoto: i protagonisti non sanno la sorta che li aspetta e cosa possono trovarsi di fronte. Non sono un feticista di questa trama, trovandola leggermente sospesa e non troppo spiegata, ma adoro senza mezzi termini le ambientazioni ed i costumi e la grinta percepibile nei personaggi. Non solo per quanto riguarda Sigourney Weaver, ormai un'icona intramontabile, ma per tutto il cast che compone la pellicola.


Il bluray è quello del cofanetto Alien Anthology per cui, essendo la maggior parte degli extra inseriti in due dischi a parte, ne parlerò al termine della serie, come ho fatto per gli extra di Star Wars. Ovviamentye però non possono mancare lodi nei confronti della rimasterizzazione del film, sia dal punto di vista video che audio. La qualità visiva è al topo: nero che sembra nero, foschie e nebbie in contrasto, i pochi colori che esistono accesi al punto giusto. Un 1080p che fa sembrare la pellicola nuova, non vecchia di diecimila anni. i dettagli della Nostromo sono ineccepibili  e bellissimi da ammirare. L'audio, in italiano abbiamo un DTS, non fa gioire agli stessi livelli del video, ma hai comunque sei canali ben sfruttati, anche se il dettaglio sul centrale è per forza di cose maggiore. Nel disco sono presenti e visibili entrambe le versioni: l'originale del 1979 e la director's cut del 2003.
Un'altra chicca della versione bluray è il MU-TH-UR, presente su tutti i dischi. Non sapendo cosa fosse, ho trovato un po' di sollievo vedendola descritta nel libretto in allegato al box e trovando comunque delle spiegazioni anche a video, all'interno del disco. Dico subito che serve un lettore che abbia la possibilità di utilizzare la memoria interna (chiede circa 1 MB). L'interfaccia è quella della Nostromo ed in pratica serve a scegliere gli extra da visionare in seguito, una volta terminato il film. Si punta sulla scelta di quei contenuti speciali che fanno parte di singole scene in modo da evidenziarli e salvarli in una sorta di segnalibri. Può essere innovativo come sistema, ma io sinceramente non mi ci trovo e preferisco guardarmi tutti gli extra e seguirli in blocco. Non trovo molto genuino starli a scegliere in base alle scene che sul momento ritengo interessanti.
Al di là di questo il primo disco presenta anche i commenti audio di Ridley Scott, del produttore etc Alcuni solo per la versione cinematografica originale.

1 commento:

SOLO FILM ha detto...

Un terrificante (in senso buono) e angoscioso thriller spaziale del raffinato Ridley Scott, con tanto di effettacci cruenti.