martedì 23 maggio 2017

Maliziosamente (1969)



Regia: Paul Colette, Pierre Drouot
Anno: 1969
Titolo originale: L’Etreinte
Voto e recensione: 5/10
Pagina di IMDB (6.4)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon

Film:
Il cinema erotico non è una presenza costante su VER, ma questo film franco belga, probabilmente non è una pietra miliare del cinema e forse neanche troppo conosciuto, ma di discreta importanza. Sui motivi per cui l'ho preso rimando alla descrizione dell'edizione. C’è chi d’altra parte si è esaltato (a) per Cinquanta Sfumature Di Grigio, dimenticandosi per altro di 9 Settimane E 1/2: a mio avviso potrebbe affidarsi alla visione di questa vecchia pellicola e senza alcun tipo di delusione. La trama è semplice, con l'annoiato e ricco ubriacone, un po' Don Giovanni, che ammalia l'ingenua e sprovveduta governante, facendone la propria desiderosa amante. Tutto fila liscio nel suo piano, fin quando lei non diventa più indipendente e lui si accorge di esserci rimasto sotto. Sono molte le scene sensuali, e sebbene oggi non possano definirsi pornografiche, per l'epoca sicuramente avevano ua certa carica erotica. Nonostante una regia un po' scarna, il film si può far apprezzare.

Edizione: DVD Opium Visions
Penny Video con la sua collana Opium Visions ha donato al mondo dell’home video la versione integrale di Maliziosamente, quella con le parti censurate. La copertina, che mostra il titolo italiano, fa sfoggio di questo particolare ed il DVD ci allieta con una qualità video che non avrei immaginato così pulita. Grazie ovviamente al master restaurato. Le tracce audio sono, sia l’originale francese con i sottotitoli, sia quella italiana in Dolby 2.0 mono. Durante le scene tratte dalla versione estesa si passa sempre all’audio originale e vengono inseriti i subs. La qualità audio lascia invece un po' a desiderare, alcune volte ci sono dei fruscii, ma niente di poi così fastidioso. Peccato che non esistano extra all’interno del disco DVD, mi sarebbe piaciuto un approfondimento su Histoire d’O di Dominique Aury da cui la pellicola prende spunto. Abbiamo invece una semplice brouchure originale.

Nessun commento: