giovedì 8 dicembre 2016

Suicide Squad (2016)




Regia: David Ayer
Anno: 2016
Titolo originale: Suicide Squad
Voto e recensione: 6/10
Pagina di IMDB (6.5)
Pagina di I Check Movies
Acquista su Amazon (Steelbook Collectors Edition)

Esattamente come per l'ultimo Ghostbusters, continuo a stupirmi per l'attaccamento incongruente di frasi tipo "fa schifo, inguardabile, boiata immensa, il peggior Joker di sempre, un'accozzaglia di personaggi ridicoli" e così via. La differenza tra un film brutto ed un film che poteva essere migliore ha una forbice abbastanza larga secondo me. Qui siamo sui supereroi: ormai è una delle mode (oltre a quella dei vari remake, reboot, sequel e valanghe varie), ma come già espresso più volte ho maggiore simpatia per i prodotti DC rispetto ai Marvel. Di solito infatti hanno personaggi con maggiore spessore psicologico. Non è questo il caso però. Suicide Squad dovrebbe o vorrebbe essere (ora mi raccomando non iniziate ad inventarvi che leggete i fumetti e bla bla bla)  un insieme di villain e super cattivi che vengono riuniti per poter fronteggiare delle pericolose missioni segrete. Il fatto è che sono troppi. Troppi per un singolo film, anche se questo dura, nella sua versione estesa soltanto due ore. Troppi per poter essere approfonditi e troppi affinchè uno prenda il sopravvento sugli altri. Se avviene in maniera marcata, magari è proprio la produzione a storcere il naso. Ma qui come nomi e come personaggi non siamo messi male: logico che Harley Quinn risulti la più entrante. Margot Robbie del resto è una topa da paura, poi mettile addosso vestitini risicati e dalle un personaggio che (il più nuovo se guardiamo la storia dei fumetti) è totalmente psicopatico, anarchico e fuori dalle regole (sì, è il Joker al femminile)... Il risultato è quasi scontato. C' anche Will Smith, che non essendo l'ultimo arrivato nel cinema, vuole un ritaglio importante sia per il personaggio (Deadshot) che per se stesso e poi un certo Jared Leto che interpreta Joker. Ok, il cinema ci ha abituati ad avere un Joker coi controcazzi: Jack Nicholson e Ledger sono leggenda. Questo è quasi una comparsa pesante (molto più visibile di quanto pensassi), ma cavolo se si difende bene. Non saprei davvero che altro volere dalla sua partecipazione. E si sa, i personaggi negativi bucano lo schermo, attirano le simpatie del pubblico che si aspetta moltissimo. Io sono rimasto soddisfatto. Gli altri, per dovere di cronaca sono quasi inutili e se aggiungiamo questo fatto alla assenza di un villain che faccia davvero paura ci si domanda il perchè l'utilizzo forzato di questi cattivoni.

Con questo terzo film (dopo qui L'Uomo D'Acciaio e Batman V Superman) continua il DC Cinematic Universe, ma discostandosi un po' dagli altri due perdendo vistosamente il legame anche fotografico che avevamo visto in passato. Confusionario, con poco spazio alla profondità ed al passato (sebbene ci provi), caotico anche nelle scelte di cosa mostrare, un pizzico o una manciata in più di divertimento e una strizzatina d'occhio per il pubblico più giovane. Anche la carrellata iniziale in cui ci vengono presentati i vari personaggi ha difficoltà: il reclutamento ed il riassunto di alcune loro caratteristiche non segue simmetrie imparziali. Alcuni addirittura arrivano e scompaiono quasi senza un perchè. E manca un vero e proprio collante: troppo effimero il bastone con cui vengono controllati. Quasi incredibile se ci vogliamo riflettere. Ma forse questa pellicola si discosta dalle altre della nuova DC proprio perchè la componente relativa all'intrattenimento è davvero alta. I vizi di forma e la trama a tratti forzata se non superficiale, nel complesso possono passare in sordina perchè in molte scene il risultato ottenuto è ottimo. Abbiamo azione, abbiamo scene epiche con i personaggi principali, che mostrano anche una certa alchimia. Anche i dialoghi hanno una componente importante per l'economia del film e ci indicano la strada che regia e produzione vogliono intraprendere: esagerati, alcune volte sopra le righe, irriverenti. Ma signori, questi sono i cattivi, agiscono così, pensano così, parlano così. A me sarebbe piaciuto vederli ancora più cattivi, crudeli quasi. Forse attirando meno simpatie, ma essendo anche più reali nel loro universo. Poi si arriva alla colonna sonora: davvero qualcosa di livello alto, sia per scelte sia per consistenza (oddio, magari qualcosa di più durante le scene di combattimento, giusto per aumentarne la dinamicità appena sufficiente). Da Eminem agli AC/DC dai Rolling Stones ai Black Sabbath, i Queen i CCR.... Insomma tanta roba.

La versione Steelbook che ho è quella esclusiva di Amazon ed anche su questa ci sono stato dietro parecchi mesi. In molti hanno storto il naso, una volta uscite le caratteristiche del contenuto. Io tutto sommato non ho niente da recriminare a parte della codifica audio per l'italiano che resta in formato compresso. All'interno della custodia, sul solito lato sono alloggiati due dischi. Uno è in 4K, una rarità da quel che so per quanto riguarda steelbook, che contiene la versione cinematografica (credo senza extra), l'altro è il bluray con i contenuti speciali e la versione estesa del film. Il primo non lo ho neanche provato: il mio lettore non supporta il 4K, magari sarà utile in futuro. Sul disco normale dal punto di vista qualitativo del video solo pregi. Gli extra sono:

  • Task Force X: one team, one mission (23 minuti)
  • Chasing the real (10 minuti)
  • Joker & Harley: "it" couple of the underworld (14 minuti)
  • Squad strength and skills (9 minuti)
  • Armed to the teeth (12 minuti)
  • This is gonna loud: the epic battles of Suicide Squad (11 minuti)
  • The squad declassified (4 minuti)
  • Gag reel (2 minuti)


Nessun commento: