mercoledì 9 maggio 2012

Il problema dei cassonetti a Piombino

video
Spesso si parla male di internet in generale o dei social network in particolare, ma questi possono essere strumenti democratici di discussione o semplici media per portare a galla problemi quotidiani. Grazie al gruppo di Facebook "Piccoli & GRANDI Problemi @ Piombino" spesso veniamo a conoscenza di questioni che sulla carta sono risolvibili con un pizzico di buon senso, sebbene il più delle volte il comune cittadino sembra essere catturato da una ragnatela burocratica più che fastidiosa. Sul gruppo non sono nuove le lamentele riguardanti vari problemi legati alla raccolta dell'immondizia: alcune volte la colpa è dei cittadini stessi che sono incuranti del quieto vivere e maleducatamente sporcano il suolo pubblico senza avere occhio per le semplici regole del viver comune. Altre, invece sono le amministrazioni o gli organi competenti che non fanno il proprio dovere. Oggi voglio portare la precisa ed attenta testimonianza di Giampaolo Reggio (che potete vedere nel video ad inizio articolo) che lamenta sprechi di risorse, una mancanza di attenzione per i cittadini da parte degli organi amministrativi e soprattutto i disagi che spesso l'incompetenza (o la malafede? ) comporta.


Riporto inoltre il suo sfogo (che condivido) pacato che rappresenta una frustrazione ormai comune a molti:
Se c'è democrazia allora è marcia e corrotta. Se c'è regime allora è vigliacco e blando, buono solo ad approfittare degli onesti cittadini rispettosi delle leggi e impotente o tollerante verso gli opportunisti e i parassiti. Avevo inviato mail al Sindaco e ad altri esponenti della Pubblica Amministrazione. L'unico che si è degnato di rispondere è stato il Comandante della Polizia Urbana, e per questo La ringrazio pubblicamente. Non credevo di dover ricorrere a questi mezzi di divulgazione per cercare di ottenere quello che, in un paese realmente civile e democratico, sarebbe stato necessario solo accennare. Probabilmente non siamo amministrati da persone civili e democratiche, anche se di queste parole loro si riempiono costantemente la bocca. A una persona che è giunta al limite della sopportabilità, si richiede di portare ancora pazienza, ... ma quanta? Quello che è deprimente è constatare la scarsa sensibilità di queste persone, la meschinità e la poca comprensione dei disagi della gente; ma, forse, sono fornite di una dote per loro indispensabile: il “menefreghismo", proprio quello che ci vuole per le cariche che ricoprono!
La prima mail inviata è stata quella del 23/03/2012. Avanti avevo preso contatto con l’ASIU e parlato con l’addetto dell’Ufficio Tecnico. Questo alla mia proposta di inversione del senso di percorrenza di Via Modigliani mi aveva guardato con aria di sufficienza. Non sono a conoscenza delle varie problematiche come l’Ufficio Tecnico, però, questa proposta, non la considererei proprio da scartare a priori, risolverebbe entrambi i problemi e in maniera elegante. Vedo che molti si lamentano, e a ragione, per atti vandalici di giovinastri, ma cosa si dovrebbe fare nel mio caso quando il perpetuato vandalismo è attuato e permesso dall’Amministrazione Pubblica? Quando feci le mie rimostranze, avevo il cassonetto della carta davanti al cancello; da più di quindici giorni ho quello della frazione organica e indifferenziata. Il giorno 08/05/2012 si sono presentati, davanti ai cassonetti il rappresentante dell’ASIU e, credo, la presidente del Quartiere. Mi è stato riferito che dovrei ancora pazientare perché qualcosa sarà fatto, ma non sanno cosa. Anche loro sono in attesa delle decisioni dell’organo competente.
Ovviamente le lamentele costruttive e ben esposte come questa dimostrano quanto i cittadini ci tengano affinchè le cose funzionino nel migliore dei modi, anche se capita di sentirci spossati e non ascoltati. Forse è proprio così.

EDIT:

 Per correttezza aggiungo che il problema è stato risolto, oggi 19 maggio. Infatti possiamo leggere sul gruppo su citato:

Ringrazio gli amministratori di questo gruppo per aver concesso eco ai miei strali, pungenti ma sempre precisi e veritieri. Senza il vostro aiuto forse non sarei arrivato fino al raggiungimento del mio obiettivo. Quello ottenuto è decisamente migliore di quanto io stesso avevo inizialmente prospettato e di questo i dirigenti dell’ASIU sono consapevoli. È il susseguirsi degli eventi che ha portato a questa conclusione. Ora finalmente vorrei deporre la faretra e tornare a dedicarmi a piccole cose che però mi interessano, distendono e nello stesso tempo impegnano, come queste:

http://jepsoft.xoom.it//PN/

http://biancone.xoom.it/A/PIAZZA_BOVIO/

http://biancone.xoom.it/A/PIAZZA_VERDI/

http://xoomer.virgilio.it/pinco_pallino_265/PP/Pallino/

Nessun commento:

Posta un commento