mercoledì 16 luglio 2014

#noallegri

Difficilmente discuto le scelte della dirigenza, perchè resto dell'idea che gli uomini passano, ma la Juve resta. Quindi ho taciuto sulla gestione del post calciopoli o sul caso Del Piero tanto per fare due esempi importanti. Ritengo però che sia anche giusto far sentire la mia voce di tifoso e sottolineare quando si perde la completa fiducia nello staff dirigenziale che, è lapalissiano, sta guardando solo al portafoglio. Nulla di sbagliato per carità, oltretutto siamo in crisi economica e non possiamo competer con gli altri club europei. Però ci vuole anche rispetto per ogni ruolo ed ogni tassello del puzzle. Se si vuole, ma ho a questo punto diversi dubbi, ottenere determinati risultati, è giusto che ognuno faccia il proprio lavoro, porti avanti le proprie richieste e poi si comporti di conseguenza. Arrivare a metà luglio e non avere un allenatore vincente come Conte è un suicidio. Non solo per il fatto che il pugliese è tra i migliori a livello mondiale, ma perchè sulla piazza sono rimasti gli inutili incompetenti. Uno di questi è proprio il neo allenatore Massimiliano Allegri, che in quattro anni di Milan non ha mai vinto una sega se non uno Scudetto per grazia ricevuta ed è riuscito a far abbandonare la barca dai suoi uomini migliori. Uno tra questi è Pirlo, oggi (ma chissà per quanto) in bianconero. Di conseguenza, la Società che già lo scorso anno si è mossa tiepidamente sul mercato, ha abbandonato progetti interessanti come Nani, Di Maria, Sanchez, Quadrado, per puntare su Evra (che prima di firmare vuole conoscere Allegri), Morata (a quanto?) e Iturbe (che probabilmente con l'addio di Conte non arriverà mai a Torino), Vidal che se ne va, Vucinic che se ne è già andato, nessun altro interessato ad arrivare esimo nel nostro Campionato. Una sconfitta su tutti i fronti, promesse fatte e mai mantenute, una competitività che in Europa è lontana anni luce e che in Italia ha riequilibrato tutto quanto. E la beffa di avere un incompetente che ha sempre parlato male della Vecchia Signora (ricordate la frase sui 31 Scudetti, contando quello della B?). Ormai tocca tenercelo, almeno due anni, salvo un probabile esonero. E sarà dura con tutti gli altri che si rinforzano: Roma, Napoli, Fiorentina, Milan, Inter. Se ci s'ha culo (ed Allegri punta molto sul fattore culo) arriviamo dopo queste. Ed è così che partecipo alla campagna di protesta #NOALLEGRI.

Nessun commento: