domenica 20 aprile 2014

Facciamo la guerra ai francesi

Oh è incredibile come il fato possa mettersi tra i piedi quando è zio Pasticcione aka gettons ad organizzare una gita. Volo Ryanair che atterra in ritardo di oltre un'ora e subito un'orribile notizia. Ci sono degli impicci per farci dare l'auto regolarmente noleggio attraverso rentalcars.com e Budget. Il fidato gettons non ha con sé un fogliaccio di merda (scusate il francesismo, ma siamo in tema) che andrebbe esibito insieme alla patente. Baggianate! Il cambio di proprietario dell'ordine a nome mio non può essere fatto perché hanno problemi con il sistema. Questo è solo il riassunto sia ben inteso. Così inizia l'esodo pasquale (già già) prendiamo il bus, poi il taxi per casa alla ricerca di quel documento . Evvai, trovato. Di nuovo taxi e bus fino all aeroporto. Totale ore occupate 4. L'agenzia però apre alle 6:30 di mattina e dopo una buona mezzora di inutile burocrazia possiamo partire. Guida a destra e tunnel fatto, eccoci in  Francia col volante dal lato sbagliato. Niente paura, basta non distrarsi guardando i fiori gialli. Ci catapultiamo verso la Coupule e dopo visita celere è la volta di Dieppe prima ed Etretat. Tutto gira per il verso giusto, ci divertiamo e vediamo bellissimi paesaggi. Disquisiamo anche sui dejavu. Tutto gira per il verso giusto, ci divertiamo e vediamo bellissimi paesaggi. Disquisiamo anche sui dejavu. Bella questa vero? Nonostante i VERgognosi francesi non ci abbiano voluto far pranzare, la cena è indovinata, almeno nel sapore. Poi la sera altre tragedie : non troviamo benzinai aperti e siamo in riserva costante, le rotonde sono ovunque e fanno impazzire il tomtom, l'albergo di questa notte ha un indirizzo inesistente. Sono quasi le 2 e scrivo l'articolo in roaming. Domani sarà un  altro giorno. Dopo aver preparato lo sbarco, lo metteremo in pratica. Siamo pronti a tutto per sconfiggere il nemico mangia ranocchie. Adieu a tout le mond.

Nessun commento: