giovedì 10 aprile 2014

Juventus 2 - Lyon 1

Partiamo subito bene, anche troppo, senso unico in attacco con Vucinic in ottima forma di rifinitore, Tevez alla ricerca dell'amata rete europea (che non arriverà) e Pirlo che disegna la traiettoria del vantaggio. Rende semplice ciò che non lo è. Quarantatreesimo gol su punizione. Magico. Continuiamo bene nonostante Isla sulla fascia sia veramente penoso e Caceres troppo timido o emozionato. Poi in un paio di azioni il Lione si fa vedere pericoloso e sono le prime avvisaglie. Ci sarebbe anche un mani di Bonucci in area, non fischiato e nell'azione successiva un rigore su Tevez atterrato. Niente, l'arbitro non fischia. Calcio d'angolo inesistente per i francesi, blackout di Marchisio ed ecco il pareggio. Da qui in poi il primo tempo è giocato male, anzi di merda. Un 5-3-2 che non diverte, annoia, non conclude. La ripresa è migliore, resta il solito imbarazzo sulla fascia destra. Non che Asamoah regali chissà quali gioie quando spinge, ed anche Vidal non brilla. Poi il principino Marchisio, con una buona dose di culo si fa perdonare e ci porta in vantaggio grazie ad una deviazione netta. Nel finale entra Giovinco, che come nella partita precedente fa il bello e cattivo tempo nella metà campo avversaria. Maltrattato dai francesi tiene i pericoli lontani dalla porta di Buffon. Ed eccoci avanti nel nostro cammino europeo. Capisco, e lo capisco davvero, che per un attimo qualcuno ha pure sperato di vederci uscire. Ma davvero credevate che perdessimo a Torino nello Stadium per antonomasia? Dai, state seri. Shhhhhhhhh.

Nessun commento: